Settimana 4, Ottobre 2017

Quest’ultima settimana possiamo riassumerla dando un’occhiata semplicemente ai grafici di BTC e ETH. Il primo in maniera più evidente del secondo, ma entrambi le monete hanno subito un deciso (e previsto da noi la scorsa settimana) rialzo. Il picco di BTC lo si ha avuto a circa 5250 EUR, che è un nuovo All Time High. Ma la situazione sembra destinata a non cambiare, perlomeno nel breve periodo.

BTC sta inoltre trainando una nuova crescita della capitalizzazione totale di mercato delle monete, ora a circa 171 miliardi di dollari. La dominanza del BTC è circa la 56%.

BTCEUR, chart TradingView 29.10.2017
BTCEUR, chart TradingView 29.10.2017

Il grafico di analisi dell’andamento nell’ultimo mese ci spiega che il pattern da riconoscere è quello in salita, e che la discesa brusca non arriverà prima del 16 novembre, giorno previsto per l’hard fork della blockchain bitcoin con il SegWit2x. Il fork Bitcoin Gold del 23 ottobre, come previsto, non ha prodotto effetti significanti per l’equilibrio di BTC. Anzi, l’hype per l’attesa del fork previsto il 16 novembre ha creato un’espansione del mercato, anche dovuta alle sempre più frequenti menzioni sulla stampa (italiana ed internazionale). Il consiglio è quello di entrare su BTC non più in basso di 4800€, quotazione che potrebbe essere raggiunta entro una settimana. In ogni caso, entrare anche a 5000€ potrebbe voler dire sfruttare un discreto rialzo per i prossimi 7 giorni, che potrebbe sfondare nuovamente la resistenza a 5250 EUR, verso i 5400€, prima di scendere nuovamente sui 5100€.

ETH è imprevedibile e, allo stesso tempo, prevedibile. Nonostante dei pump, infatti, che hanno portato la quotazione ETHEUR a circa 300 EUR senza mai toccarlo nella seconda settimana di ottobre e qualche giorno fa, la situazione sembra piuttosto “normale”. La quotazione si aggira sempre intorno ai 270 EUR: sono possibili, nell’arco di 24-48 ore, margini di profitto intorno al 5%, ma con un occhio di riguardo alle nuove ICO che potrebbero portare un flusso più importante di moneta da EUR, USD o JPY.

top 10 monete con maggior market cap, 29.10.2017
top 10 monete con maggior market cap, 29.10.2017

In generale, l’ultima settimana è stata piuttosto statica per le monete nella top 10 di Coinmarketcap: a parte una crescita di circa il 20% di Bitcoin Cash (BCH), tutte le altcoin più importanti sono rimaste in stallo. In realtà, anche le altcoin meno importanti, e più in basso nella classifica di Coinmarketcap, non hanno visto grossi margini di profitto: da notare solamente GroestlCoin e ION, che nell’ultima settimana, in giorni specifici, hanno visto pump fino al 100%.

Evidentemente il mercato è in trepida attesa per il fork SegWit2x di Bitcoin. Che darà il via ai pump pre-natalizi.

Settimana 2, Ottobre 2017

Da qualche settimana a questa parte, specificamente dall’inizio di Settembre, il mercato delle cryptovalute ha visto alti e bassi piuttosto prevedibili nell’arco di una sola settimana. I motivi possono essere diversi, e in diversi periodi:

  • ban cinese;
  • ban della Corea del Sud;
  • speculazioni che si stanno generando in queste settimane dietro il nuovo upgrade della blockchain Bitcoin chiamato ‘SegWit2x‘;
  • possibile clonazione della blockchain Bitcoin per dare vita ad una nuova moneta, il Bitcoin Gold;
  • proposta di regolamentazione delle cryptovalute da parte della Cina;

Ecco, queste notizie hanno scosso il mercato in tutte e due le direzioni. La previsione della scorsa settimana, in ogni caso, sul mercato BTC-EUR, si è rivelata giusta. Le due linee di trend discendente hanno puntato verso due lievissimi ritracciamenti giornalieri, e il supporto si è rivelato quello previsto, se non leggermente più alto.

BTCEUR 1 settimana ottobre, previsione con risultato positivo
BTCEUR 1 settimana ottobre, previsione con risultato positivo

Relativamente alla crescita di Bitcoin c’è stato un incremento di circa l’8% rispetto la scorsa settimana della capitalizzazione complessiva, ora a circa $154 miliardi. Questo porta a pensare che il mercato sia tornato ad espandersi, ed infatti nell’ultima settimana si è vista, tendenzialmente, una ripresa di tutte le cryptovalute.

10 monete con maggior market cap, 11.10.2017
10 monete con maggior market cap, 11.10.2017

Nella top 10, da notare invece la discesa sempre più decisa di IOTA e il deprezzamento di NEO, che soffre del periodo di incertezze che la Cina sta passando. Ricordiamo che NEO (blockchain e moneta) può essere visto come ETH (Ethereum come blockchain e ETH come moneta) in versione cinese. Maggiori informazioni si possono trovare sul sito ufficiale.

Ether (ETH), invece, è da tenere d’occhio per i prossimi giorni: Cointelegraph riporta che il recente aggiornamento alla rete Ethereum, che ha integrato ZK-Snark (utilizzato su ZCash (ZEC)), potrebbe far gola agli investitori di Wall Street. Un’immissione di liquidità da parte di investitori dalle tasche larghe potrebbe portare ad un’espansione di tutto il mercato. Questo favorirebbe anche le startup che utilizzano le ICO (Initial Coin Offering), che si troverebbero ad avere una platea di investitori più esperta e più ‘generosa’, soprattutto negli investimenti a breve termine. Wall Street sa che ancora la blockchain, e le monete derivanti da essa, non sono stabili ed affidabili per il lungo termine. Perlomeno allo stato attuale. Ma l’aggiornamento delle funzionalità alle reti sta trovando sempre più riscontro nella finanza tradizionale.

A questo proposito, Ripple, la società che sviluppa la blockchain per le transazioni inter-bancarie e rilascia XRP, ha visto un lieve ma costante apprezzamento della moneta giorno su giorno, che ha portato ad un incremento settimanale di circa il 25%, con una valutazione di 0.26 dollari al momento della stesura di questo articolo. Il picco settimanale è stato raggiunto a 0.279 dollari nella notte tra l’8 e il 9 ottobre.

XRPBTC chart su TradingView, 11.10.2017
XRPBTC chart su TradingView, 11.10.2017

[Articolo in aggiornamento]

Settimana 1, Ottobre 2017

E’ stata una settimana di timida ripresa. BTC tiene un supporto poco più di alto di una settimana fa, e questo fa pensare che le decisioni di Cina e, recentemente anche della Corea del Sud, di bannare le ICO, abbia come conseguenza un rallentamento nella crescita, e non proprio un deprezzamento delle monete. BTC fra tutte, ma anche ETH, XRP, LTC, NEO.

 

Top 10 coins, da Coinmarketcap (04.10.2017)
Top 10 coins, da Coinmarketcap (04.10.2017)

 

Di seguito il grafico di analisi sulla settimana, che mostra una variazione nella crescita dal 1 ottobre, corrispondente ad un aumento (non eccessivo, ma comunque importante) di ordini di Buy. Le ultime 24-48 ore sono state invece caratterizzate da una prevalenza di ordini di Sell. Quello che si estrae da questa analisi è l’incertezza che ancora adesso ruota attorno alla nuova immissione di liquidità nel mercato.

 

BTCEUR su Bitstamp, TradingView

 

Dalla scorsa settimana, infatti, il market cap non è cambiato di molto: $143 miliardi. Timide riprese come quelle già menzionate, hanno compensato timide discese di DASH, BCH, IOTA, XMR. NEO sembra sulla via per un’ascesa molto importante: ancora non si hanno notizie circa la decisione del governo cinese riguardo la regolamentazione delle ICO, ma il grafico settimanale NEOBTC indica un aumento del supporto fino a 0.0077 in pochi giorni, che potrebbe presagire un nuovo aumento nei prossimi 10 giorni, con massime che potrebbero attestarsi intorno a 0.01.

 

NEOBTC 04.10.2017, chart Bittrex su TradingView
NEOBTC 04.10.2017, chart Bittrex su TradingView

 

Per quanto riguarda le altre monete, ETH e XRP hanno vissuto 7 giorni di alti e bassi molto lievi che hanno portato ad una situazione simile a quella di mercoledì scorso. Da notare l’aumento di volume di IOTA venerdì scorso, che ha portato ad un discreto pump nel weekend. Ancora qualche giorno di discesa, probabilmente fino a 0.0001227, e poi si potrebbe sperare in una risalita, corollata da pump denotati da grandissimi ordini di buy alcuni giorni prima.

 

IOTBTC Chart Bitfinex su TradingView, 04.10.2017
IOTBTC Chart Bitfinex su TradingView, 04.10.2017

 

Una settimana sicuramente statica, ottima per i deboli di cuore, che hanno visto le loro finanze oscillare del 5-8% se investite solo nelle monete principali. La prossima settimana potrebbe iniziare a vedersi l’effetto post-ban, che sicuramente ridarà fiducia e permetterà una nuova immissione di liquidità e di espansione del mercato.