Approfondimenti

Le leggi della Blockchain: spesso frettolose e inutili

Lo scorso 22 marzo, il governatore del Tennessee ha firmato il disegno di legge proposto da Jason Powell, membro democratico della Camera dei rappresentanti del Tennessee, riguardo la Blockchain.

Powel, agente immobiliare ed ex insegnante, ha iniziato ad interessarsi alle criptovalute nel 2017 quando il prezzo del Bitcoin stava aumentando e la Blockchain iniziava a creare interessanti opportunità nel settore immobiliare. Per questo, lo scorso gennaio, ha presentato una proposta normativa per portare la nascente industria della blockchain nel Tennessee.

Powell lo ha definito un “piccolo ma importante passo“.

Dimostra che il nostro stato è favorevole alla blockchain, faremo tutto il possibile per incoraggiare e promuovere le imprese già presenti in questo settore o interessate a creare negozi qui

La legislazione blockchain e i dubbi al riguardo

La tendenza della blockchain legislativa sembra accelerare.

Almeno sette stati hanno emanato o adottato leggi che fanno riferimento alla blockchain: Arizona, Delaware, Illinois, Nevada, Tennessee, Vermont e Wyoming.

Queste leggi spaziano dalla formazione di gruppi di esperti per studiare la tecnologia a proposte di sviluppo come quelle del Tennessee, a iniziative più concrete come il decreto del Wyoming, ma tutte condividono un obiettivo comune: incoraggiare le aziende blockchain affinché gli introiti del loro lavoro possano risultare un beneficio per lo stato.

Penso che sia una tendenza enorme. Quasi ogni giorno vedo qualcosa di nuovo

Ha dichiarato Angela Walch, ricercatrice presso il Center for Blockchain Technologies dell’University College London e professore associato presso la scuola di legge della St.Mary’s University.

Walch ha scritto ampiamente sulla difficoltà della definizione di termini come “blockchain” nella legislazione. Secondo la ricercatrice la tecnologia e la terminologia legislativa hanno ancora bisogno di tempo per fondersi: vi è necessità di definizioni più chiare perché molti legislatori non conoscono veramente la tecnologia blockchain.

Abbiamo ancora un sacco di parole d’ordine ambigue nello statuto. Molti legislatori hanno inserito termini non ben definiti sperando che fossero esaurienti

Walch non crede che la legge del Tennessee possa recare danno al pubblico, ma creare confusione per i tribunali in futuro.

Ha mostrato preoccupazione per quello che sembra essere un cieco entusiasmo dei legislatori. Questi spesso sostengono la blockchain senza conoscerla e ciò potrebbe portare all’adozione di una tecnologia immatura utilizzata per importanti servizi sociali.

La blockchain deve ancora affrontare problemi relativi alla sicurezza per essere competitiva con i database centralizzati, inoltre si sono diffusi vari malintesi riguardo ciò che questa tecnologia può concretamente realizzare.

Il decreto del Wyoming

La legislazione blockchain attira startup del settore alla ricerca di un luogo dove stabilirsi.

Il Wyoming è stato il più aggressivo nell’approvare la legislazione blockchain-friendly, attraverso cinque leggi che esentano le criptovalute dalle tasse di proprietà e dalla regolamentazione sui titoli statali e che favoriscono gli scambi tra moneta tradizionale e criptovaluta.

“Stanno mostrando di essere un esempio positivo nelle società blockchain e cripto, ed è bello che lo abbia fatto il Wyoming, ma una parte di me è preoccupata dal fatto che se un gruppo di stati presentasse le proprie versioni di queste leggi, si creerebbe un ambiente complesso per aziende come la nostra. Ho sentimenti contrastanti a riguardo”

Ha dichiarato John Bass, fondatore di Hashed Health, una compagnia con sede a Nashville che propone di migliorare l’assistenza sanitaria utilizzando la tecnologia blockchain. È preoccupato che gli stati che approvano la legislazione porteranno a un ambiente normativo frammentato e a conseguenze involontarie che però potrebbero danneggiare le società di blockchain.

Questione di termini

La maggior parte delle leggi ha definizioni per termini come “blockchain” e “smart contract” e tali definizioni potrebbero causare problemi in futuro. Tornato in Tennessee, Powell insieme a Tara Aaron, un avvocato che si occupa di transazioni immobiliari, hanno collaborato con la Tennessee Blockchain Alliance per creare una sorta di lingua per la legge. Hanno ridimensionato alcune delle definizioni più ampie. Aaron ha riconosciuto che i registri, le firme e i contratti della blockchain erano probabilmente già validi secondo la legge esistente.

Questa non è una legislazione sconvolgente. Non credo che nessuno ammetterebbe che lo è. E’ stato uno sforzo per chiarire che il Tennessee è aperto agli affari

Ha detto Aaron.

Il disegno di legge del Tennessee

Quando il disegno di legge è stato affrontato nella sessione legislativa del 27 febbraio 2018, un membro ha chiesto a Powell:

Puoi spiegare quello che stiamo facendo qui per favore?

E lui ha risposto:

L’innovazione della blockchain è unicità digitale, trasparente e verificabile. Pensa a una blockchain come a un registro trasparente condiviso e sicuro di transazioni. Ogni transazione è connessa crittograficamente a tutte le transazioni precedenti registrate per ogni partecipante della rete.

In sostanza, quello che stiamo facendo qui è affermare che qualsiasi contratto che rientra nella blockchain è un contratto valido ai sensi della legge del Tennessee

La legge è stata approvata all’unanimità.

Previous ArticleNext Article

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *